La Fraternita del Santissimo

7 Maggio 2008 - Categoria: Gruppi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il gruppo è composto da 17 uomini intenzionati a far conoscere l’iniziativa ad altri amici della Parrocchia, per arrivare a 24, un numero simbolico dell’Apocalisse.

Scopo di questo Gruppo è impegnarsi per il culto eucaristico con il  servizio liturgico per rendere decorose e solenni alcune le celebrazioni eucaristiche dell’Anno Liturgico.

Dopo la crisi pre-conciliare e gli anni del post-Concilio, nel 2007 si è costituita questa nostra Fraternita del Santissimo nella parrocchia di San Carlo Borromeo Vescovo, in Ponte della Priula.

L’iniziativa è nata per opera del Signor Carlo Dassie in collaborazione con il Parroco. Un gruppo di signore si sono offerte per curarne la divisa composta di un camice bianco, una mantella rossa e un cordone dorato con un prezioso medaglione in bronzo fuso che caratterizza la divisa: vi è raffigurato il Miracolo Eucaristico di Lanciano.

I membri dovranno prossimamente riunirsi per elaborare un piccolo itinerario per la loro vita di gruppo con un progetto per la formazione spirituale. Per ora ha già preso fisionomia il calendario degli impegni assunti che consistono in alcuni momenti di servizio, nel corso dell’Anno Liturgico:

Il 4 Novembre, per la Santa Messa solenne in onore del Patrono S. Carlo Borromeo Vescovo e nell’anniversario della Consacrazione della Chiesa,  partecipazione alla processione con la Sacra Reliquia del Patrono della Parrocchia..

La Domenica delle Palme o di Passione: Partecipazione alla Processione solenne della Commemorazione dell’Ingresso di Gesù in Gerusalemme. Nel pomeriggio presenza in divisa all’Apertura delle 40 Ore.

La sera del Giovedì Santo: Partecipazione alla processione con i Santi Oli Santi e alla Processione per la  Riposizione dell’Eucaristica per l’Adorazione con la Liturgia dell’Ufficio di Lettura.

Festa della Comunità Cristiana: partecipazione alla Santa Messa in divisa.

Il Giorno della Solennità del Corpus Domini: Partecipazione alla Processione con baldacchino e torce..

 

Il Corpo di Cristo

Io sono il pane vivo, disceso dal cielo.

Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno

e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. Gv.6,51

Durante l’ultima cena,
proprio nel momento della consumazione dell’inganno,
Gesù rovescia la storia del mondo:
dona se stesso di propria iniziativa,
si consegna prima che altri lo consegnino.
L’amore riscatta il male e lo muta in possibilità di bene.
L’Eucaristia che celebriamo ogni domenica
è figlia di questo miracolo:
dal male Dio crea il bene e la salvezza di ogni uomo.
E’ dall’Eucaristia che nasce ed è formata la Chiesa.
Di essa la Chiesa vive.
Di questo ” pane vivo ” si nutre.
L’Eucaristia è fonte e apice di tutta la vita cristiana
e in essa è racchiuso tutto il bene spirituale della Chiesa.
Tutta la liturgia della Chiesa trova il suo centro
e la sua più densa espressione
nella celebrazione di questo sacramento.
Nostra Pasqua e pane vivo,
mediante la sua carne vivificata dallo Spirito Santo,
dà la vita agli uomini.
Mediante questo sacramento ci uniamo a Cristo,
il quale ci rende partecipi del suo Corpo e del suo Sangue
per formare un solo corpo.
Infatti sotto le apparenze del pane e del vino,
sono realmente presenti il Corpo,
il Sangue, l’Anima e la Divinità
del nostro Signore Gesù Cristo,
per il nutrimento delle anime.
L’Eucaristia è il sacramento più importante,
in quanto è Gesù stesso.
Da Cristo infatti discendono tutti i sacramenti.
E’ il sacramento che ci dona la reale presenza di Lui,
vivo in mezzo a noi.
Ogni volta che partecipiamo all’Eucaristia e facciamo la comunione
siamo misteriosamente ma realmente uniti a Gesù,
che cammina con noi e ci fa partecipi della sua vita divina,
quella che rende anche noi figli di Dio.
” Quì c’è il tesoro della Chiesa,
il cuore del mondo,
il pegno del traguardo a cui ogni uomo,
anche inconsapevolmente anela;
nell’umile segno del pane e del vino,
Cristo cammina con noi,
quale nostra forza e nostro viatico,
e ci rende per tutti testimoni di speranza.”

Giovanni Paolo II

 

PREGHIERA DAVANTI AL SS.SACRAMENTO 

O dolcissimo Gesù, presente nel SS.Sacramento,

volgi il tuo sguardo misericordioso

a noi che umilmente ci inginocchiamo davanti al tuo altare.

Tutto il mondo Ti appartiene, e noi,

per poter vivere nella tua grazia,

vogliamo consacrarci al tuo sacratissimo cuore.

Gesù, Tu sei il Re dell’Universo,

e vorremmo che tutti gli uomini vivessero vicino a Te,

facendoti corona, con l’amore, la pietà e la preghiera.

Gesù donaci la pace.

PREGHIERA DAVANTI AL SS.SACRAMENTO

Santa Faustina Kovalska

Ti adoro Creatore e Signore nostro nel SS.Sacramento.

Ti adoro per tutte le opere delle tue mani,

nelle quali si rivela tanta sapienza, bontà e misericordia.

O Signore, hai seminato tanta bellezza sulla terra

ed essa mi parla della tua bellezza,

benchè sia soltanto un pallido riflesso di te,

Bellezza inconcepibile.

E sebbene ti sia nascosto e ti tenga occultato

ed abbia nascosto la tua bellezza,

il mio occhio illuminato dalla fede ti raggiunge

e la mia anima riconosce il suo Creatore,

suo sommo bene,

ed il mio cuore si immerge totalmente

in una preghiera di adorazione.

O mio Creatore e Signore,

la tua bontà m’incoraggia a parlarti,

la tua misericordia fa scomparire fra di noi

l’abisso che separa il Creatore dalla creatura.

E’ una delizia per il mio cuore parlare con te, o Signore.

In te trovo tutto ciò che il mio cuore può desiderare.

Qui la tua luce illumina il mio intelletto

e lo rende a conoscerti sempre più profondamente.

Qui sul mio cuore scendono torrenti di grazie,

qui la mia anima attinge la vita eterna.

O mio Creatore e Signore,

tu solo oltre a questi doni mi dai te stesso

e ti unisci strettamente alla tua misera creatura.

Qui i nostri cuori si comprendono senza ricorrere alle parole,

qui nessuno è in grado di interrompere il nostro colloquio.

Quello di cui parlo con te, o Gesù, è un nostro segreto,

di cui le creature non saranno messe al corrente…,

Si tratta di perdoni segreti,

che conosciamo solo Gesù e io;

è un segreto della sua misericordia

che abbraccia singolarmente ogni anima.

Per questa tua inconcepibile bontà,

ti adoro, o Creatore e Signore,

con tutto il cuore e con tutta l’anima.

E benchè questa mia adorazione sia tanto misera ed insignificante,

tuttavia sono tranquilla perchè so

che tu conosci che essa è sincera, sebbene così inadeguata.

COMUNIONE SPIRITUALE

Gesù mio, credo che Tu sei nel SS.Sacramento dell’Altare.

Ti amo sopra ogni cosa e ti desidero nell’anima mia.

Giacchè ora non posso riceverti sacramentalmente,

vieni almeno spiritualmente nel mio cuore…(breve pausa)

Come già avvenuto, ti abbraccio e tutto mi unisco a Te:

non permettere che mi separi da Te.

ATTO DI ADORAZIONE

San Francesco

Ti adoriamo santissimo Signore Gesù Cristo,

qui e in tutte le chiese del mondo

e ti benediciamo perchè,

per mezzo della tua santa Croce,

hai redento il mondo.

O SACRO CONVITO

O Sacro convito,

in cui Cristo è nostro cibo,

si perpetua il memoriale della sua Pasqua,

l’anima è ricolma di grazia

e a noi viene dato il pegno della gloria futura.

PREGHIERA PRIMA DELLA S.COMUNIONE

E’ tanto vivo in me il desiderio di riceverti, Gesù,

che in questo momento mi sento confuso e indegno.

Tu che sai leggere nel mio cuore,

conosci la gioia di questa attesa.

Vieni presto, affinchè io possa restare con te,

perchè tanto ti amo.

PREGHIERA ALLA MADONNA

PRIMA DELLA S.COMUNIONE

O santa Madre di Dio e madre nostra dolcissima,

con la tua potente intercessione

fa che io riceva degnamente il mio Signore Gesù Cristo

e che cibandomi quotidianamente del Pane Eucaristico,

mi fortifichi sempre meglio nella virtù

e meriti di avanzare nella via di Dio.

TI RINGRAZIO, SIGNORE

DOPO LA S. COMUNIONE

Ti ringrazio, o Signore,

perchè ti sei degnato di nutrirmi

col prezioso Corpo del tuo figlio Gesù Cristo.

Fa che questa comunione sia un’arma per la mia fede,

uno scudo per la mia volontà;

mi liberi dai vizi, mi difenda dalle tentazioni,

aumenti in me la carità e tutte le altre virtù.

Ti prego di condurmi a quell’ineffabile banchetto,

dove tu, insieme col Figlio e con lo Spirito Santo,

sei per i tuoi eletti gioia completa e perfetta felicità. Amen

CORONCINA A GESU’ EUCARISTIA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre, Credo

Invocazioni allo Spirito Santo:

Vieni, Spirito Santo, manda a noi dal cielo un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri, vieni, datore dei doni, vieni, luce dei cuori.

Consolatore perfetto; ospite dolce dell’anima, dolcissimo sollievo.

Nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto, conforto,

O luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei tuoi fedeli.

Senza la tua forza, nulla è nell’uomo, nulla senza colpa.

Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato.

Dona ai tuoi fedeli, che solo in te confidano, i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio, dona morte santa, dona gioia eterna. Amen.

O Gesù, re delle genti e dei secoli,

accogli l’Adorazione e la lode che noi,

tuoi fratelli di adorazione, umilmente ti tributiamo.

Tu sei “il Pane vivo disceso dal cielo, che dà la vita al mondo”;

sommo sacerdote e vittima, ti sei immolato sulla croce

in sacrificio di espiazione all’Eterno Padre per la redenzione del genere umano,

ed ora ti offri quotidianamente sui nostri altari,

al fine di instaurare in ogni cuore il tuo “regno di verità e di vita,

di santità e di grazia, di giustizia, di amore e di pace”.

O “Re della gloria”, venga, dunque, il tuo Regno.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Gesù, Pane vivo disceso dal cielo che dai la vita al mondo,

regna dal tuo “trono di grazia” nel cuore dei fanciulli,

perché conservino immacolato il giglio dell’innocenza battesimale.

Regna nel cuore dei giovani, affinché crescano sani e puri,

docili alla voce di coloro che ti rappresentano in famiglia, nella scuola,

nella Chiesa. Regna nelle case delle famiglie,

affinché genitori e figli vivano concordi nell’osservanza della tua santa legge.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Pane divino, disceso dal cielo, per dare la vita al mondo.

O pastore amabile delle anime nostre, dal tuo trono di gloria,

ravviva le famiglie e i popoli con la tua grazia.

Fa che i tuoi figli rimangano stretti a te nella fermezza della fede,

nella certezza della speranza, nell’ardore della carità.

Dall’altare, ove perennemente rinnovi il tuo sacrificio,

sii sempre per tutti il maestro, il consolatore, il salvatore.

Colui che dà il nutrimento che preserva dalla corruzione e dalla morte.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Pane vivo disceso dal cielo per dare la vita al mondo.

Ti raccomandiamo i malati, i poveri, gli indigenti

e quanti chiedono pane e lavoro; ti preghiamo per le famiglie,

affinché siano centri fecondi di vita cristiana;

ti presentiamo i giovani affinché, preservati dai pericoli,

si preparino con serietà e gioia ai doveri della vita;

ti preghiamo per i sacerdoti, i seminaristi, le anime consacrate,

per gli educatori e i lavoratori.

Su tutti discenda l’abbondanza della tua grazia.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Gesù eucaristico, fa che tutti i popoli ti servano liberamente,

consapevoli che “servire a Dio è regnare”.

Il tuo Sacramento, o Gesù, sia luce alle menti,

forza alle volontà, attrazione dei cuori.

Sia esso sostegno ai deboli, conforto ai sofferenti,

viatico di salvezza ai morenti; e a tutti “pegno di gloria futura”.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Signore Gesù, Sacramento dell’unità della Chiesa,

continua a darci questo pane quotidiano che è lo stesso tuo Corpo,

questo vino che è il tuo Sangue prezioso, a conferma della nostra unità.

Noi ti supplichiamo per il nostro Pontefice

e per quanti appartengono all’ordine ecclesiastico:

mantienili in perfetta fedeltà di mente e di cuore.

Alla tua Chiesa, o Signore, concedi benevolo i doni dell’unità e della pace,

misticamente adombrati nella nostra oblazione.

Così il Signore ci ascolti e ci benedica.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Gesù, vero pane, unico e solo cibo sostanzioso delle anime,

raccogli tutti i popoli attorno alla tua mensa:

essa è divina realtà sulla terra, e garanzia di benevolenze celesti.

Nutrìti da te e di te, o Gesù, gli uomini saranno forti nella fede,

gioiosi nella speranza, operosi nella carità.

Le volontà sapranno superare le insidie del male,

le tentazioni dell’egoismo, le stanchezze della pigrizia.

Agli occhi degli uomini retti e timorati,

apparirà la visione della terra dei viventi,

di cui la Chiesa militante vuol essere l’immagine.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Gesù, guardaci dal tuo Sacramento.

A te, cibo delle anime, accorre il tuo popolo.

Fratello primogenito dell’uomo redento,

tu hai preceduto i passi di ciascun uomo, hai perdonato le colpe di ognuno,

hai sollevato tutti a più nobile, più convinta,

più operosa testimonianza di vita.

Ti preghiamo, Gesù: tu nutrici, difendici

e mostraci il bene sulla terra dei viventi.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

O Signore Gesù, continua a donarci il tuo stesso Corpo.

Noi ti supplichiamo per il ritorno delle pecorelle sbandate all’unità dell’ovile;

per quanti sono fuorviati e vaganti nelle tenebre dell’errore,

perché siano condotti alla luce del Vangelo.

Ti supplichiamo, Signore, anche per l’unità dei figli di Dio,

per la pace delle singole nazioni, per l’universo intero,

di cui tu sei il salvatore e datore di libertà.

Ascoltaci, Signore e donaci la tua benedizione.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre

Preghiamo:

Signore Gesù Cristo,

che nel mirabile sacramento dell’Eucaristia

ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua,

fa’ che adoriamo con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue,

per sentire in noi i benefici della redenzione.

Tu sei Dio, e vivi e regni con Dio Padre, nell’unità dello Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli. Amen.