NOTIZIOARIO PASTORALE VERSO IL FUTURO E PERDON D’ASSISI E ESERCIZI SPIRITUALI 2018Notiziario Pastorale n° 1800

28 luglio 2018 - Categoria: Notiziario Parrocchiale

NOTIZIARIO  PASTORALE

1. Mercoledì scorso, il 1° incontro dei nuovi Sacerdoti con il Consiglio Pastorale Parrocchiale, è iniziato con un saluto e una preghiera seguiti dalla prsentazione del nuovo Parroco, Don Andrea Sech e di Don Andrea Forest, cappellano e di ciascun membro del CPP.

            * La Vice-presidente del CPP, Maria Antonia, ha presentato poi ai due sacerdoti i Gruppi e il calendario pastorale annuale della Parrocchia di San Carlo Borromeo: La Commissione per la Liturgia e l’Ecumenismo, quella per la Catechesi, la Caritas e la Pastorale familiare. L’elenco delle iniziative della Comunità delle Suore, delle Associazioni, Azione cattolica e Agesci, della Confraternita del Santissimo e della Fraternita Domenicana e dei Laici Associati, la Scuola dell’Infanzia, i Gruppi del Santo Rosario, gli incontri e le iniziative dei Cori con i loro Concerti, la vita degli altri numerosi Gruppi come il Gruppo del Presepio e gli Alpini. Il Calendario Liturgico per l’Avvento ed Epifania, la Quaresima e la Settimana Santa; le celebrazioni comunitarie del Battesimo, Cresima, prima Confessione, Messa di prima Comunione,  la Festa del Patrono, le 3 Novene, di Natale, San Pellegrino e Pentecoste, attività missionaria ed ecumenica, Settembre dello Spirito con gli Esercizi Spirituali e i 3 Concerti d’Organo e Rassegna Teatrale in Ottobre, ecc … ecc …

            * Si è ricordato che  le Sante Messe festive saranno 7:

 2 prefestive il  Sabato: una a Susegana alle 18.00  e l’altra a Colfosco alle 19.00.

 5 la Domenica: 2 a Ponte della Priula: una alle 9.30 e l’altra alle 18.30; una a Colfosco alle 9.30; una a Susegana alle 11.00; una a Crevada alle 11.00.

Questo orario festivo entrerà in vigore sabato sera 1° settembre e domenica 2.

            *Le Sante Messe feriali resteranno dal lunedì al venerdì, ma dal 15 ottobre, con l’arrivo del nuovi Sacerdoti, saranno alle 18.30: il lunedì una a Susegana, il martedì una a Ponte della Priula, il Mercoledì una a Colfosco, il Giovedì una a Susegana e il Venerdì una a Ponte della Priula. Le Sante Messe feriali saranno celebrate ugualmente anche nel caso di funerali.

            *L’ apertura dell’Anno Pastorale è fissata per la Domenica 7 ottobre e quindi lunedì 1° ottobre inizieranno gli incontri di catechismo per la preparazione.

            *Per le 4 parrocchie nascerà un unico Foglio di collegamento Pastorale, curato da un Gruppo permanente di volontari membri delle 4 parrocchie. Il primo numero uscirà nelle 4 Parrocchie per sabato Domenica 1° e 2 Settembre.

 

Per la settimana

1. Martedì 31, alle 20.30, al Capitello della B. Laura Vicuña ci troviamo, per recitare il Santo     Rosario per le Vocazioni, per i malati e per il cammino dell’Unità Pastorale.

2. Martedì 31, alle 20.30, incontro di spiritualità sul tema: I soliloqui di Sant’Agostino.

3. Mercoledì 1 agosto, alle 20.30, Michele Biz incontra Genitori e Padrini per il Battesimo del             30 settmbre alla Santa Messa delle 9.30.

 

4. Il Perdono d’Assisi, cos’è e come si ottiene. Si tratta di un’indulgenza plenaria che può essere ottenuta con una visita nelle chiese parrocchiali dal mezzogiorno del 1º agosto alla mezzanotte del 2. Condizioni per ottenere l’Indulgenza: Ricevere l’assoluzione con la Confessione sacramentale, celebrata nel periodo che include gli otto giorni precedenti e successivi alla visita, per essere in grazia di Dio; partecipare alla Messa e alla Comunione eucaristica nel tempo indicato per la Confessione;  visitare una chiesa dove si deve recitare il Credo, il Padre Nostro, per riaffermare la propria dignità di figli di Dio, ricevuta nel Battesimo; pregare secondo le intenzioni del Papa, recitando un Padre nostro, un’Ave Maria e un Gloria.

Il Catechismo della Chiesa cattolica dice: «Con l’indulgenza si ottiene dal Padre delle misericordie, mediante la Chiesa, la remissione delle pene temporali da scontare in Purgatorio per i nostri peccati. Così la Chiesa non vuole soltanto venire in aiuto a noi cristiani viventi, ma anche spingerci a compiere opere di pietà, di penitenza e di carità, ottenendo anche per i defunti le indulgenze, perché siano liberati dal Purgatorio».