Azione Cattolica

L’AC

Istituti e Centro Studi

Uomini contro

 

di Luigi Alici – So bene quale può essere la facile, facilissima obiezione ai pensieri che vorrei condividere con i miei lettori: non si può generalizzare. Il caso della Catalogna è particolare, è particolare il caso della Brexit… Per la vita privata si può dire la stessa cosa: la storia di quei due ragazzi, di quella coppia, di quella famiglia è un caso a sé, un caso assolutamente unico. I motivi delle divisioni sono altri, ben altri, così come ben altre dovrebbero essere le analisi e le soluzioni. La lista dei “benaltristi”, un po’ sapientoni e un po’ inconcludenti, è sempre lunghissima… Eppure, resta il sospetto che il moltiplicarsi inarrestabile di “casi unici” debba interrogarci (continua).

Focus

 

Settimana sociale, Sinodo sui giovani, politica e spiritualità

«Segno» di ottobre, qui tutto da leggere

Ricco come sempre Segno, il mensile dell’Ac. Sul numero di ottobre – qui interamente disponibile in formato digitale e pronto alla lettura – segnaliamo l’articolo di Giuseppe Notarstefano e la bella intervista a mons. Filippo Santoro che ci introducono, con lo sguardo del Comitato preparatorio, ai lavori della 48ma Settimana sociale dei cattolici italiani, a Cagliari dal 26-29 ottobre. L’editoriale incentrato sul tema del discernimento è a firma di don Antonio Mastantuono che riflette sul Convegno annuale dei presidenti e assistenti di Ac svoltosi a Bologna. Non manca l’attenzione ai temi della famiglia con un’intervista a Pietro Boffi del Cisf. L’intervista al card. Lorenzo Baldisseri apre una finestra sul prossimo Sinodo dei vescovi dedicato all’universo giovani. A chiudere, pagine di spiritualità a firma di don Tony Drazza e don Marco Ghiazza.

Fatti e idee

Futuro/Presente. Inviateci i vostri contributi

La mappa delle iniziative per il 150° dell’Ac

 

Una possibilità concreta per condividere le tante iniziative delle Ac diocesane che si faranno (e quelle già sorte o in cantiere) in quest’ultimo scorcio d’anno e nel prossimo, per tenere vivo un cammino e una storia che è di tutti gli associati di Azione Cattolica. Per questo il Centro nazionale mette a disposizione un e-mail, 150@azionecattolica.it ,dove le associazioni diocesane possono inviare notizie, foto, dépliant riguardo le iniziative locali nate in occasione del 150° della nostra Ac. Non si tratta di una semplice informativa, ma di una vera e propria condivisione di un percorso comune che ha significato “qualcosa” di importante con chi ci ha preceduto, e che assume oggi tutta la rilevanza di un nuovo impegno per la Chiesa e il Paese. Tutti gli eventi saranno pubblicati sul sito appositamente dedicato, 150.azionecattolica.it, e saranno visualizzati in una mappa dell’Italia associativa.

Un percorso di cura educativa in cinque tappe

 

GenitoriPer 2018

a cura di Rita e Stefano Sereni – Siamo convinti che la cura e l’educazione dei ragazzi passi per larghissima parte dai genitori. Un’affermazione che ci obbliga a prenderci cura di questi adulti impegnati nel compito educativo. Ecco perché l’Azione cattolica offre – attraverso un “mini percorso” – non una scuola per genitori ma momenti in cui i papà e le mamme si possano interrogare insieme ad altri che vivono la stessa condizione.  È l’associazione intera a farsi carico di questo percorso, in una progettualità che coinvolge tanto il Settore adulti, quanto i giovani e gli educatori Acr. Le cinque schede che trovate all’interno sono una mediazione per gruppi di genitori delle cinque parti del testo adulti “ATTRAVERSO” al quale si può fare riferimento per degli approfondimenti.

È Rafael Ángel Corso, Presidente nazionale Ac Argentina

 

Il Fiac ha un nuovo coordinatore

Rafael Corso è il nuovo coordinatore del Forum internazionale di Azione Cattolica: lo hanno deciso i cinque membri del Segretariato, l’organo di indirizzo del Fiac, riunito a Roma la passata settimana. Corso, un ingegnere meccanico di 55 anni, sposato e con 3 figli, è il presidente dell’Azione cattolica argentina come già il suo predecessore, Emilio Inzaurraga che è stato coordinatore del Fiac dal 2010 al 2017. «L’obiettivo dell’Azione cattolica – ha affermato Corso – è di essere al servizio della pastorale ordinaria di ogni diocesi o Chiesa particolare operando nelle parrocchie e in tutti gli ambienti della vita sociale e quotidiana. Il nostro maggior impegno è aiutare le persone a sentirsi ognuno come un dono di Dio, creato per amore, non una casualità. Ed è una “buona notizia” che vogliamo portare non solo a quelli che sono nella famiglia di Ac, ma a tutti, dovunque. Solo sentendosi amate le persone sapranno dare il meglio di sé in famiglia così come al lavoro e nella comunità e riusciremo a costruire un mondo più giusto e più in pace». L’azione cattolica è «Missione, con tutti e per tutti».

I requisiti e le modalità per la partecipazione al bando 2017

 

Premio “Vittorio Bachelet” per Tesi di Laurea

La Fondazione Istituto Vittorio Bachelet bandisce il Premio “Vittorio Bachelet” per Tesi di Laurea sullo sviluppo e la riforma delle istituzioni democratiche, la partecipazione e la cittadinanza attiva – Edizione 2017. Le tesi ammesse sono quelle discusse tra l’1 dicembre 2016 e il 30 novembre 2017. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 09 dicembre 2017. Il vincitore illustrerà la propria ricerca nell’ambito del XXXVIII Convegno Bachelet (febbraio 2018). Tutti i requisiti e le modalità per la partecipazione sono indicati nel bando all’interno.

Settimana sociale di Cagliari. “Cercatori di Lavoro”

 

Le buone pratiche e i segnali di crescita

di Giuseppe Notarstefano – Il percorso “Cercatori di LavOro” attivato nel cammino preparatorio della 48° Settimana Sociale ha messo in luce quanto la geografica produttiva e sociale dell’Italia sia articolata in una varietà notevole, sia in termini qualitativi che quantitativi, di cui spesso si coglie solo l’aspetto negativo (il gap, il divario, la differenza), una potenzialità che spesso ha saputo esprimere risultati davvero importanti. Alla base di tale attenzione vi è un autentico gusto per le persone, per la ricchezza che esse esprimono quando sono libere di creare, capaci di custodire il territorio e l’ambiente, attente ad innovare generando processi solidali.

Il “sistema universitario” italiano oltre i concorsi truccati

 

Parliamo di Università (e dei suoi mali)

L’inchiesta di Firenze per corruzione sui concorsi all’abilitazione alla docenza universitaria al di là delle responsabilità in via di accertamento da parte della magistratura, ha riposto all’attenzione del grande pubblico uno dei temi in verità più delicati per un qualsiasi paese: lo stato di salute del proprio “sistema universitario”. Ricordiamo solo che il numero di laureati in Italia è il più basso tra i paesi a maggiore sviluppo economico e che nessuna Università italiana risulta tra le prime centocinquanta al mondo per eccellenza. Qui vi proponiamo alcune brevi considerazioni sul tema dei professori Luigi Alici e Paolo Nepi e di Gabriella Serra e Gianmarco Mancini, Presidenti nazionali della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (Fuci).

Per leggere il nostro tempo

di Matteo Truffelli – «Leggere in profondità il nostro tempo e misurarne il profilo alla luce degli eventi che si succedono. Non per fare accademia attorno a essi, ma per capire insieme come starvi dentro», cosi il Presidente nazionale dell’Azione Cattolica nella prefazione a Fede e laicità nel passaggio d’epoca, edito dall’Ave (Roma 2017), che raccoglie gli scritti di Piergiorgio Grassi per «Dialoghi», il trimestrale culturale dell’Ac da lui diretto per sette anni. Sempre cercando ulteriori strade di approfondimento, confronto, dialogo, sporgendosi verso altre culture, altri modi di pensare l’uomo e la storia. Il volume è arricchito dalla postfazione del sociologo Ilvo Diamanti.

Lotta alla povertà. Appello al Governo delle organizzazioni cattoliche

 

Per uscire davvero e tutti dalla crisi

Acli, Azione Cattolica Italiana, Caritas italiana, Comunità di Sant’Egidio e Federazione Nazionale Società di San Vincenzo De Paoli, con un appello diffuso oggi 4 ottobre, festività liturgica di san Francesco, chiedono al Governo e al Parlamento, a nome di quanti vivono condizioni di vulnerabilità e di coloro che sperimentano sul piano personale e comunitario forme di solidarietà e di impegno sociale, un impegno a incrementare, nel modo più ampio possibile, le risorse  per il Fondo per la lotta alla povertà nella prossima Legge di Bilancio. La povertà è ancora un dramma che sottrae diritti e futuro a una quota rilevante della popolazione nel nostro paese. I segnali di ripresa economica, pure importanti, non devono fare dimenticare che in Italia vivono in povertà assoluta 4,75 milioni di persone, pari al 7,9% della popolazione. L’introduzione – a partire dal prossimo dicembre – del Reddito d’inclusione (Rei) è una straordinaria innovazione strutturale che riprende numerosi aspetti della proposta dell’Alleanza contro la Povertà in Italia, nella lotta alla povertà, vale a dire una misura che dà sostegno economico alle famiglie e contestualmente costruisce percorsi di inclusione sociale.

Orizzonti del desiderio, domande di felicità

Cresce in modo pervasivo l’offerta di felicità a buon mercato, ma nello stesso tempo anche la domanda continua a crescere, secondo una dinamica che si riflette sull’orizzonte del desiderio, strappandolo da quel cielo stellato in cui sembrerebbe avere la sua origine (de-sidera) e sfigurandolo nel frullatore del consumismo. È una delle questioni al centro del dossier proposto da «Dialoghi» (n.3-2017), il trimestrale culturale promosso dall’Ac. All’intero articoli di: L. Alici, E. Appella, P. Aroldi, F. Introini, M. C. Nussbaum, F. Stoppa, S. Zanardo. E ancora le rubriche di attualità, eventi e libri, profili con i contributi di: N. Antonetti, card. G. Bassetti, P. Braga, E. Centomo, M. D’Avino, G. C. De Martin, P. De Simone, G. Grabielli, S. Noceti, U. Ronga, F. Zavattaro.