Bacheca-2

1. UNICO MISTERO “TRASFIGURAZIONE E SOFFERENZA”, di Kallistos Ware, metropolita di Diokleia

5 settembre 2015

1. La sfida di Ivan Karamazov
Iniziamo questo pomeriggio con la domanda che Ivan Karamazov pone a suo fratello Alëša nel capolavoro di Fëdor Dostoevskij I fratelli Karamazov. “Immagina”, dice Ivan, “di essere tu a edificare il destino umano con lo scopo di rendere felici gli uomini, di concedere loro, alla fine, pace e serenità, e che per far questo sia necessario e inevitabile far soffrire anche una sola creaturina… e sulle sue lacrime erigere quell’edificio. Ebbene, acconsentiresti a esserne l’artefice a queste condizioni?”. A ciò Alëša risponde: “No, non acconsentirei”.
Dal momento che noi non acconsentiremmo a ciò, allora perché Dio sembra averlo fatto? Come possiamo riconciliare il tragico mistero della sofferenza innocente, presente dappertutto nel nostro mondo, con la nostra fede in un Dio d’amore? Quale può essere, infine, la nostra risposta a Ivan Karamazov?

2. “IL POZZO NELLA BIBBIA”, A CURA DI SUOR LAURA GRIGIS

7 ottobre 2011

Il tema del pozzo nella Bibbia appare come un filo rosso che si snoda lungo tutta la storia di Israele e collega tra loro la creazione, le vicende dei patriarchi, l’uscita dall’Egitto, il dono della Torà, la speranza messianica della redenzione. È un itinerario terrestre e spirituale dei patriarchi e del popolo: l’acqua di sorgente è il simbolo della vita che Dio dà lungo il cammino di ogni giorno e che darà in pienezza ai tempi messianici.

3. PREGHIERA DI PAPA FRANCESCO PER I GIOVANI

7 ottobre 2011

PREGHIERA DI PAPA FRANCESCO PER I GIOVANI IN VISTA DEL SINODO DEI VESCOVI DEL 2018 SUL TEMA: «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale»   Signore Gesù, la tua Chiesa in cammino verso il Sinodo volge lo sguardo a tutti i giovani del mondo. Ti preghiamo perché con coraggio prendano in mano la loro… Leggi »

Il MANDATO per TUTTI gli operatori pastorali

6 settembre 2011

Prima di dare il mandato a voi Catechisti e ai vari operatori pastorali, voglio annunciarvi che lo spirito profondo e originale di ogni azione pastorale è per sua natura un agire di Chiesa. L’atto pastorale è per se stesso un atto ecclesiale, investe e coinvolge sempre, al di là del cristiano che lo compie, la realtà più ampia, misterica della Chiesa. Giovanni Paolo II, nell’esortazione Pastores dabo vobis, dice: “La Chiesa genera ogni giorno la Chiesa”.