Angolo dello Spirito

L’Omelia di Papa Francesco del 3 gennaio

6 Novembre 2013

San Paolo ci dice, lo abbiamo sentito: «Abbiate gli stessi sentimenti di Cristo Gesù: egli pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo» (Fil 2, 5-7). Noi, gesuiti, vogliamo essere insigniti del nome di Gesù, militare sotto il vessillo della sua Croce, e questo significa: avere gli stessi sentimenti di Cristo. Significa pensare come Lui, voler bene come Lui, vedere come Lui, camminare come Lui. Significa fare ciò che ha fatto Lui e con i suoi stessi sentimenti, con i sentimenti del suo Cuore.

LETTERA PER LA QUARESIMA

15 Ottobre 2011

LETTERA per la QUARESIMA 2015

Cari fratelli e care sorelle,
eccoci di nuovo in Quaresima, cinque settimane che richiamano al rinnovamento la Chiesa, le comunità, le famiglie e ogni singolo fedele. Ci richiamano a conoscere maggiormente la Persona di Gesù rinnovando l’esperienza di quanto Dio ci ama e si prende cura di noi, consapevoli che egli ci conosce per nome. Dio non è indifferente. Gli stiamo veramente a cuore! Ci cerca e ci raggiunge quando ci allontaniamo da lui. Noi, invece, facilmente ci dimentichiamo degli altri, il nostro cuore rimane indifferente alle loro sofferenze e alle ingiustizie che subiscono. L’egoismo e l’indifferenza hanno raggiunto oggi una dimensione mondiale tanto che si può parlare di globalizzazione dell’indifferenza verso il prossimo e verso Dio, una reale tentazione anche per noi cristiani.