Mi sta a cuore il Creato

LA MARCIA STOP PESTICIDI

marcia2018C

DOMENICA 13 DA CISON A FOLLINA

In una logica di dialogo va compresa la marcia “Stop pesticidi” – «una marcia apartitica che non vuole essere contro nessuno», ha ribadito la portavoce del Comitato Stop-pesticidi – che è stata rilanciata durante la serata.

La marcia si terrà domenica 13 maggio, con partenza da Cison e conclusione a Follina.

L’intento è quello di sensibilizzare la popolazione e le istituzioni sulla problematica dell’uso dei pesticidi e dei diserbanti e promuovere «esperienze agricole come l’agricoltura biologica, i biodistretti e le filiere corte, che in questi anni hanno dimostrato di saper coniugare il rispetto per la salute pubblica e l’ambiente, producendo alimenti sani e posti di lavoro, valorizzando la varietà dei prodotti locali».

Per i partecipanti il ritrovo è alle 10 alla rotatoria di Cison, con partenza alle 10.30, alle 12.00 sosta all’abbazia di Follina con saluti e interventi, alle 12.30 nel parco dell’abbazia un momento di socialità. Per il rientro ci sarà la possibilità di utilizzare un bus navetta. La marcia si tiene con qualsiasi condizione meteo. Per info sulla marcia: www.marciastoppesticidi.it; marciastoppesticidi@gmail.com; 348-1587879.

Mi sta a cuore il Creato – Tutte le notizie


Chi siamo

Siamo un gruppo di persone che hanno a cuore i temi legati alla salvaguardia del Creato: la motivazione che ci ha spinto a creare il gruppo è di sensibilizzare noi per primi ad una nuova migliore idea di appartenere a questo mondo. Tra “ecologia del cuore ed ecologia del creato” vi è un “nesso inscindibile”, come ricorda Benedetto XVI nell’enciclica “Caritas in veritate”, visto che “l’ambiente naturale non è una materia di cui disporre a piacimento”.
Crediamo serva avere compassione per l’uomo e anche compassione per la terra, per il creato. Non è più possibile per nessuno vivere in un mondo o in una religione ridotti alla sfera privata. La capacità di noi cristiani si misura anche nell’assumersi le proprie responsabilità nei confronti della terra, perché salvare la terra, la prima bibbia che abbiamo, è parte essenziale del salvare la presenza divina nel mondo.

Cosa proponiamo

Proponiamo di lavorare e prodigarsi in tre ambiti contemporaneamente: personale, comunitario, istituzionale.
Personale: i nostri stili di vita, le nostre scelte quotidiane tengono conto delle conseguenze (inquinamento, spreco, distruzione del patrimonio ambientale, povertà…)?
Comunitario: individualmente siamo limitati. Occorre coinvolgere una cerchia sempre più ampia di persone favorendo un’educazione che consideri l’ambiente e il creato come un bene comune la cui salute, equilibrio, benessere garantisce il nostro “vivere bene”.
Istituzionale: presa di coscienza della propria dimensione di cittadino (diritti e doveri). Non limitarsi a delegare ma partecipare attivamente, far sentire la propria voce, portando alla luce i problemi legati al territorio, all’ambiente.
Invitiamo le persone sensibili a questi temi a collaborare con noi con idee e iniziative; a seguirci tramite questo sito parrocchiale o alla pagina Facebook:

https://www.facebook.com/pages/Mi-sta-a-cuore-il-Creato/230293717143963

oppure scriverci all’indirizzo mail:

mistaacuoreilcreato@virgilio.it

Ciao da Margherita, Paolo, Nives e Maria